Questo il paese credeva, forse a torto forse a ragione di Carola Cocco, ed. il Ciliegio.

Esistono storie che diventano leggende e periodi del passato che ha raccontarli oggi sembrano favole; personaggi di cui trascrivere i tratti per non perderne l’essenza, luoghi d’ispirazione che devono essere riportati, trasmessi, descritti. Con questo senso, il bel libro di Carola, si legge: la sua non è una narrazione di tradizioni e modi di dire, più innocentemente si tratta di una raccolta di ricordi che in un pregevole lavoro creativo diventano i personaggi ed i fatti di “Questo il Paese Credeva”. Un racconto piacevole, ricco di belle espressioni e permeato di un appassionante sentimento verso la terra di Sardegna. Verso quel Medio Campidano dove l’autrice Samassese, è nata e cresciuta.  Un secolo fa in un paesino lontano dal suo mare di Sardegna, una bugia, imbarazzante da rivelare e ancor più greve da tener nascosta, ha avuto il potere di creare un’Anima nera che invase una campagna, Cotta prua, fino a renderla infertile. Tra gli abitanti la paura e il sospetto, misti alle santità da pregare perché corressero loro in aiuto, crearono false leggende, narrate dietro scialli neri e, intatte, sono arrivate al presente. Al compimento dei suoi cento anni tziu Francescu, figlio cresciuto da nessuno, si libera del fardello, di quella verità che conobbe per caso e di nascosto, e si gode la festa in una comunità di nuovo aperta ad accogliere il sole.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...